BLOG, Dorico

DORICO 2.1 Testa delle note

BLOG | 1 dicembre 2018 Cristiano Alberghini

DORICO 2.1 Testa delle note

Testa delle note

 

FINESTRA DI DIALOGO – TESTA DELLE NOTE
È stata aggiunta una nuova finestra di dialogo per la testa delle note.
La troviamo in TIPOGRAFIA ▸ INSIEMI DI TESTE DI NOTA, consente di modificare i set di testa delle note già disponibili e di crearne di personalizzati.

DORICO 2.1 Testa delle note – Insieme di teste di nota

Un SET o INSIEMI DI TESTE DI NOTA è una raccolta di figure che si possono utilizzare come Testa delle note.
La stessa testa delle note può apparire in più set o insiemi, il che significa che se si modifica una testa di nota all’interno di un set di testa di note, sarà modificata in tutti i set di testa di nota che contenere quella testa nota.

DORICO 2.1 Testa delle note – Finestra insiemi di testa di nota

Un set di testa delle note, contiene in genere almeno quattro figure:
1. la testa nota nera per le note fino a un quarto di durata (semiminima);
2. la testa nota bianca per le note da due quarti di durata (minima);
3. la testa di nota bianca più ampia per le note intere da quattro quarti (semibreve);
4. la testa di nota bianca più ampia con uno o due tratti verticali su entrambi i lati, o una testa bianca quadrata, per le note da otto quarti (brevi).

Dorico supporta anche altri due tipi di set di testa delle note:
1. pitched (altezza – intonata), in cui la testa di nota scelta sarà diversa a seconda del pitch della nota;
2. grado di scala, in cui la testa nota scelta sarà diversa a seconda del grado di scala della nota, relativo alla chiave corrente.

DORICO 2.1 Testa delle note – Categoria

Un set di testa nota di un tipo particolare (normale, inclinato o scala) può contenere solo teste nota dello stesso tipo. Non è possibile utilizzare, ad esempio, una testa nota normale all’interno di un set di testa nota inclinato, quindi non è possibile modificare il tipo di un set di testa nota esistente o di una testa nota esistente.

Sotto l’elenco a sinistra ci sono i pulsanti per creare ed eliminare i set di testa delle note:

1. NUOVO crea una testa vuota del tipo Normale, nella categoria COMUNI.

2. NUOVO DA UNA SELEZIONE crea una copia del set di testa nota attualmente selezionato dello stesso tipo e nella categoria corrente. Da notare è che le teste delle note contenute nel nuovo set sono le stesse del set su cui si basa il nuovo set: se si desidera apportare modifiche alle teste delle note solo nel nuovo set, assicurarsi di creare anche nuove teste delle note basate su quelli attualmente nel set.

3. SALVA COME PREDEFINITO salva il set di testa nota selezionato nella libreria utente, in modo che sia disponibile in tutti i nuovi progetti che verranno successivamente creati.

4. RIPRISTINA LE IMPOSTAZIONI DI FABBRICA è abilitato solo per set di testa note incorporati; se hai apportato modifiche a un set integrato, cioè di default, questo lo riporta al suo stato predefinito.

5. ELIMINA consente di eliminare i set di testa delle note personalizzati, a condizione che non siano attualmente utilizzati da alcuna nota nel progetto; non è possibile eliminare i set di testa note incorporati (quelli di dafault).

La sezione di un SET, ci ci mostra sulla destra le teste delle note. Le due icone sotto alle figure e cliccandoci sopra, ci permettono di aggiungere o cancellare una testa della nota esistente al set corrente.

DORICO 2.1 Testa delle note – Edit

Per specificare la categoria in cui questo set dovrebbe apparire, selezionare la voce desiderata dall’elenco Categoria.

La testa delle note predefinita specifica quale testa nota all’interno del set deve usare Dorico se non è in grado di trovare una testa nota che corrisponda esattamente ai requisiti di una nota (ad esempio, se si ha una nota più lunga di una nota intera, ma nessuna testa nota di durata adeguata definito nel set, verrà utilizzata invece la testa nota predefinita).

DORICO 2.1 Testa delle note – Inserimento di una testa delle note

È possibile modificare le seguenti proprietà di ciascuna testa nota:

1.
NOME: il nome della testa nota come apparirà nel menu nella barra delle azioni per il controllo griglia di cui sopra.

2. DURATA: la durata ritmica primaria per la quale si intende utilizzare la testa nota. Per la maggior parte delle apparenze di testa di note, la stessa testa di nota viene utilizzata per le note di un quarto (semiminima) e di durata inferiore: è sufficiente scegliere 1/4 di nota per quella nota, quindi impostare Utilizza per le durate minori e uguali direttamente sotto.

3. Utilizza per le durate minori di e uguali specifica che questa testa di nota deve essere utilizzata non solo per la Durata specificata sopra, ma anche per le note più brevi.

4. Utilizza per le durate più lunghe di e uguali specifica che questa testa di nota dovrebbe essere usata non solo per la Durata specificata sopra, ma anche per note più lunghe.

5. Direzione del gambo consente di specificare che questa testa della nota deve essere utilizzata specificamente per le note verso l’alto o verso il basso. (Ad esempio, nei sistemi di note di forma, la testa di nota triangolare punta in direzioni opposte in base al gambo su o giù).

6. Rotonda o Quadrata, la nota da otto quarti consente di specificare che questa nota sia nominalmente una testa di nota rotonda o quadrata, che determina quale apparirà a seconda che sia impostato Rotonda o Quadrata per la testa, in base a come è impostato in OPZIONI TIPOGRAFICHE

DORICO 2.1 Testa delle note – Opzioni Tipografiche aspetto doppio intero

7. Altezza (solo per i set delle teste delle note della categoria INTONATA) specifica il nome della nota e accidentale per il quale questa testa nota deve essere utilizzata.

DORICO 2.1 Testa delle note – Categoria INTONATA

8. Grado (solo per i set delle teste delle note della categoria GRADO DI SCALA) specifica il grado di scala (un numero intero da 1 a 7) per il quale questa testa di nota deve essere utilizzata.

DORICO 2.1 Testa delle note – Categoria Grado di Scala

Nella barra delle azioni nella parte inferiore sono presenti i seguenti pulsanti:

1. Nuova testa nota crea una nuova testa nota del tipo Normale, in base alla testa nera predefinita.

2. Nuovo a partire dalla selezione, crea una nuova testa nota dello stesso tipo e aspetto della testa nota selezionata.

3. Modifica Testa delle note o cliccando 2 volte sulla figura, si apre l’editor Modifica la testa di nota, che consente di modificare l’aspetto della testa delle note.

4. Salva come predefinito, salva la testa selezionata nella libreria utente, in modo che sia disponibile in tutti i nuovi progetti che successivi.

5. Ripristina le impostazioni di fabbrica, è abilitato solo per teste di nota incorporate; se hai apportato modifiche a una testa di nota incorporata (di default), questa ripristina il suo stato predefinito.

MODIFICA LA TESTA DI NOTA

DORICO 2.1 Testa delle note – Modifica la testa di nota

Sul lato destro, si può scegliere tra diversi tipi di componenti che possono essere aggiunti al design della testa di nota:

1. GLIFO consente di aggiungere un carattere da qualsiasi font installato sul computer; se scegli un font compatibile con SMuFL come Bravura, la lista Range mostrerà tutte le gamme di caratteri SMuFL, rendendo più facile trovare il carattere che stai cercando.

2. TESTO consente di aggiungere uno o più caratteri utilizzando uno qualsiasi degli stili di carattere definiti in TIPOGRAFIA ▸ STILI DEI CARATTERI (font). Questa sarebbe una scelta insolita per una testa nota, ma l’opzione viene comunque fornita.

3. IMMAGINE consente di aggiungere un’immagine in formato PNG, JPG o SVG. Si consiglia di utilizzare un formato vettoriale come SVG in modo che appaia ad alta risoluzione a qualsiasi dimensione.

4. COMPOSITO consente di aggiungere qualsiasi altro simbolo già definito nel progetto, sebbene al momento (versione Dorico 2.1.0.1067) sia necessario conoscerne il nome, poiché non è attualmente disponibile un’anteprima grafica.

Scelto il componente desiderato da aggiungere, cliccando su AGGIUNGI nella parte inferiore del pannello corrente, si aggiunge il componente.
Bisognerebbe posizionare la testa della nota in modo tale che il bordo sinistro sia allineato con la linea della griglia verticale leggermente più spessa, (puoi considerarla come il gambo della nota). E su quella orizzontale, (Puoi considerarla come una linea del pentagramma).

Puoi specificare esattamente dove il gambo deve unirsi alla testa nota sia sul lato destro che sinistro; è inoltre possibile specificare i punti di attacco aggiuntivi per i gambi delle note che uniscono la nota in diagonale quando la testa nota viene utilizzata per un unisono alterato con gambo diviso.

5. GAMBO cliccando sul pulsante Gambo per aggiungere o eliminare i punti di attacco del gambo, visibili e identificabili con le X.

blog

ultime dal blog

Iscriviti alla newsletter

Cliccando su "Iscriviti" accetti la Privacy Policy (consultabile qui) e accetti di ricevere la newsletter di tutorial Video.IT.
Potrai cancellarti in qualsiasi momento tramite apposito il link presente sulla newsletter stessa.