BLOG, www – articoli dal web

MIDI 2.0 – Aggiornamento 23 Febbraio 2019

BLOG | 23 Febbraio 2019 Cristiano Alberghini

Sessione di prototipazione MIDI 2.0 a
Winter NAMM 2019

– 23 Febbraio 2019

Alla sessione di prototipazione MIDI 2.0 al NAMM, sono state dimostrate diverse funzionalità MIDI 2.0. Ci sono state più di 100.000 persone che hanno visitato il sito MIDI.org lo scorso mese visualizzando le informazioni su MIDI 2.0.

MIDI 2.0 Messages – Prototipazione MIDI 2.0

————————————–

I dispositivi MIDI 2.0 dovranno utilizzare un nuovo connettore o cavo?

No, MIDI 2.0 è un protocollo agnostico di trasporto.

-Trasporto- Per trasferire o trasmettere da un luogo all’altro

-Agnostico- progettato per essere compatibile con diversi dispositivi

-Protocollo: un insieme di convenzioni che regolano il trattamento e in particolare la formattazione dei dati in un sistema di comunicazioni elettroniche

Questo è il linguaggio ingegneristico per MIDI 2.0 è un insieme di messaggi e quei messaggi non sono legati ad alcun cavo o connettore particolare.

Quando è stato avviato il MIDI, è stato possibile eseguire solo il classico cavo DIN a 5 pin e la definizione di quel connettore e il modo in cui è stata costruita è stata descritta nelle specifiche MIDI 1.0.

Tuttavia, presto la MIDI Manufacturers Association e l’Association of Music Electronic Industries hanno definito come eseguire MIDI su molti cavi e connettori diversi.

Quindi per molti anni, MIDI 1.0 è stato un protocollo agnostico di trasporto.

I messaggi MIDI 1.0 corrono attualmente su 5 pin Din, porte seriali, connettori Tip Ring Sleeve da 1/8 “, Firewire ed Ethernet e tutte le diverse varianti di cavi USB.

MIDI 2.0 16 Groups of 16 Channels – Prototipazione MIDI 2.0

————————————–

È possibile che il MIDI 2.0 funzioni su questi diversi trasporti MIDI 1.0?

No, è necessario scrivere nuove specifiche per ogni trasporto.

C’è un nuovo Universal Packet Format che sarà comune a tutti i trasporti moderni che contribuirà a rendere questo lavoro più veloce. Il nuovo Universal Packet contiene sia messaggi MIDI 1 .0 sia messaggi MIDI 2.0 oltre ad alcuni messaggi che possono essere usati con entrambi.

Il trasporto MIDI più popolare oggi è USB. La stragrande maggioranza dei prodotti MIDI sono collegati a computer o host via USB. USB è il primo obiettivo per MIDI 2.0.

MIDI 2.0 Universal MIDI Packet – Prototipazione MIDI 2.0

————————————–

Il MIDI 2.0 fornirà un timing più affidabile?

Sì, e non solo il tempo per MIDI 1.0 può anche essere migliorato.

Uno dei nuovi messaggi che può funzionare sia con MIDI 1.0 sia con MIDI 2.0 sono i timestamp del jitter.

Obiettivi di JR Timestamps:

-Capture una performance con tempismo preciso
-Trasmetta il messaggio MIDI con un timing preciso su un sistema soggetto a jitter
-Non dipende dalla sincronizzazione a livello di sistema, dal master clock o dalla sincronizzazione esplicita dell’orologio tra Sender e Receiver.

Nota: Esistono due diverse fonti di errore per la sincronizzazione: Jitter (precisione) e Latenza (sincronizzazione). Il meccanismo Timestamp di riduzione del jitter si occupa solo degli errori introdotti dal jitter. Il problema della sincronizzazione o dell’allineamento temporale tra più dispositivi in ​​un sistema richiede una misurazione della latenza. Questo è un problema complesso e non è affrontato dal meccanismo JR Timestamping.

————————————–

Il MIDI 2.0 può fornire più risoluzione?

Sì, i messaggi MIDI 1.0 sono solitamente a 7 bit (14 bit è possibile non ampiamente implementati perché ci sono solo 128 messaggi CC). In MIDI 2.0 la VELOCITY è a 16 bit e i 128 messaggi di control change, sono 16.384 Registered Controllers, 16.384 Assignable Controller, Poly e channel pressure e Pitch Bend sono a 32 bit.

————————————–

È possibile che MIDI 2.0 semplifichi il controllo microtonale e diverse scale non occidentali?

Sì, il MIDI 2.0 consente il controllo diretto dell’intonazione delle singole note.

altri video di approfondimento: www.midi.org

blog

ultime dal blog

Iscriviti alla newsletter

Cliccando su "Iscriviti" accetti la Privacy Policy (consultabile qui) e accetti di ricevere la newsletter di tutorial Video.IT.
Potrai cancellarti in qualsiasi momento tramite apposito il link presente sulla newsletter stessa.