Audio Demo - Vienna Symphonic Library, BLOG

Tone Stains : Atonal : Vienna Synchron Player Libraries : ITA

BLOG | 8 Settembre 2019 Cristiano Alberghini

TONE STAINS

Vienna Synchron Player Libraries

 

Il Vienna Synchron Player offre molte possibilità di utilizzo anche al di fuori della scrittura musicale più tradizionale. In questa breve composizione, ho scelto alcune librerie sviluppate per Synchron Player:

Synchron Strings I
Synchron FX Strings I
Synchron Percussion I

Synchron-ized Dimension Strings I-II-III
Synchron-ized Dimension Brass I

00:00:00 – 00:01:02 Approccio personale
00:01:03 – 00:01:21 Scelta della caratteristica principale della composizione
00:01:22 – 00:01:34 Pitch Bend Range
00:01:35 – 00:01:47 Pitch Bend in Cubase Pro
00:01:48 – 00:02:12 Cluster sul Ponticello – Synchron FX Strings I
00:02:13 – 00:02:48 French Horns – Dimension Brass I
00:02:50 – 00:02:55 Ascolto 4 Corni Francesi con intonazioni differenti
00:02:56 – 00:03:06 Tromboni – Dimension Brass I
00:03:07 – 00:03:28 Ascolto 4 Tromboni con Violini I e II
00:03:29 – 00:04:42 Organizzazione dei Dimension Strings I – II – III
00:04:43 – 00:05:20 Synchron Player in Parellel Mode
00:05:21 – 00:05:32 Ascolto dell’Accordo dei Violini II e II in Parellel Mode
00:05:33 – 00:05:38 Divisi in Sordina – Dimension Strings II
00:05:39 – 00:05:47 Glissando con l’articolazione in Portamento – Dimension Strings II
00:05:48 – 00:05:54 Ascolto “Glissando” col Portamento
00:05:55 – 00:06:00 Ascolto Violini II con 5 Players
00:06:01 – 00:06:09 Viole Sul Tasto – Dimension Strings III
00:06:10 – 00:06:23 Ascolto Viole Sul Tasto – Dimension Strings III
00:06:24 – 00:06:35 Synchron Percussion I
00:06:36 – 00:06:41 Ascolto Synchron Percussion I
00:06:42 – 00:06:46 Xilofono con archetto – Synchron Percussion I
00:06:47 – 00:07:09 BLÜTHNER Piano 432Hz
00:07:10 – 00:07:30 Librerie in Vienna Ensemble Pro 7
00:07:31 – 00:07:49 Ascolto BLÜTHNER Piano

La mia scelta principale è stata di utilizzare la porzione di suono all’interno del semitono e non oltre. Per cui ho impostato la maggior parte degli strumenti con il Pitch Bend Range a 1. Ho poi lavorato con la sovrapposizione di varie combinazione timbriche e di intonazione. Il Diapason è 440 tranne che per il Pianoforte BLÜTHNER che l’ho impostato a 432 Hz.

Vienna Synchron Player Libraries – Dimension Brass I

Quando decido di scrivere una composizioni, personalmente preferisco cominciare dalla scrittura, per cui scrivere direttamente in notazione musicale con DORICO e una volta completata la scrittura, importo nel mio Template personalizzato in Cubase Pro, il file XML. Da qui comincio la programmazione step by step, così da ricostruire il suono della composizione che ho immaginato durante la sua creazione.

Di seguito mostro un frammento del primo accordo dei Corni Francesi in notazione e come ho realizzato in Cubase Pro il glissando “controllato”, con il Pitch Bend.

Vienna Synchron Player Libraries – DORICO Corni Francesi

Nel video dimostrativo si possono vedere come ho utilizzato in Cubase Pro il Pitch Bend per i 4 Corni Francesi, qui di seguito la foto rappresenta solo il primo Corno Francese. In questo caso ho utilizzato il glissando di semitono intero con l’articolazione in crescendo di 4 secondi.

Vienna Synchron Player Libraries – Cubase Pro – Horn 1 – 4s Cresc. – Pitch Bend Range

L’articolazione in crescendo di 4 secondi l’ho utilizzata con tutti e 4 i Corni Francesi, in modo da avere così un crescendo naturale senza l’utilizzo del Control Change n.2, controllo adibito alla modificazione della Velocity in tempo reale.

Vienna Synchron Player Libraries – Dimension Brass I – Horn 1 – 4s Cresc.

La composizione inizia con un Cluster di archi  sul Ponticello in Primo piano che poi diventa lo sfondo per l’evoluzione musicale della prima parte della composizione. L’ho realizzato con la libreria Synchron Strings I, una bellissima libreria dedicata a particolari effetti utilizzati molto in scritture atonali o nella musica per Film.

Vienna Synchron Player Libraries – Synchron FX Strings I

Naturalmente non poteva mancare l’utilizzo della Synchron-izd Dimension Strings Libraries, queste librerie I, II e III sono fondamentali per il mio lavoro. Possono essere utilizzate in tanti modi. Oltre all’utilizzo come Divisi, ricordo che sono 8 violini primi tutti separati, cioè gestibili singolarmente, li si possono utilizzare a gruppi in combinazione di un numero a piacere. 2, 2, 2… 3, 3, 3… 4, 4, 4… ecc… significa che se abbiamo scritture con molte parti in Divisi e con una polifonia molto grande, i Dimension Strings si possono utilizzare oltre agli 8 Players.

Nella mia composizione, ho sfruttato proprio questo concetto, suddividendo in 5 gruppi da 3 Violini, tranne l’ultimo gruppo a2. Per lavorare sulla timbrica di ciascuno ho poi scelto di far eseguire le note dell’accordo, su determinate corde. In questa composizione i Dimension Strings li ho utilizzate per le parti in Divisi dei Primi e Secondi Violini. La libreria dei Violini Primi e Secondi quando suonano Uniti è la Synchron Strings I. I Primi Violini sono 14 e i Secondi sono 10.

Di seguito lo schema che ho utilizzato dei Dimension Strings per le parti in divisi:

Vienna Synchron Player Libraries – DORICO – Strings Divisi

Dimension Strings 1st – Group 1 – 1-3-5 – sulla corda MI
Dimension Strings 1st – Group 2 – 2-4-6 – sulla corda LA
Dimension Strings 1st – Group 3 – 7-1-3 – sulla corda RE
Dimension Strings 1st – Group 4 – 8-4-6 – sulla corda SOL
Dimension Strings 1st – Group 5 – 5-7 – sulla corda SOL

Dimension Strings 2nd – Desk 1 – 1-3 – sulla corda SOL
Dimension Strings 2nd – Desk 2 – 2-4 – sulla corda SOL
Dimension Strings 2nd – Desk 3 – 7-8 – sulla corda SOL
Dimension Strings 2nd – Desk 4 – 1-3 – sulla corda SOL

Vienna Synchron Player Libraries – Cubase Pro – Dimension Strings

Un altro interessante utilizzo che ho fatto di Synchron Player, è stato lo strumento “Parallel Mode“, che consente di passare da un’articolazione ad un altra. Nel mio caso mi interessava cominciare con il “non vibrato” per proseguire verso il “vibrato” e al culmine, “molto vibrato”, per poi tornare indietro al “vibrato” e “non vibrato”. Per fare questo ho utilizzato il Dimension Control/B con il Control Change n.1, personalizzando le Patch Slot con le tre articolazioni n.v.regular vibespressivo per ogni gruppo o leggio.

Vienna Synchron Player Libraries – Parallele Mode
Vienna Synchron Player Libraries – Cubase Pro – Control Change n.1 – n.2

Per i Divisi in Mute (Sordina – Synchron-ized Dimension Strings II), ho scelto i Divisi in due parti, lasciando l’intero gruppo a8 Players. L’effetto in glissando che si sente, l’ho ottenuto semplicemente con l’articolazione in Portamento, senza l’intervento del Pitch Bend. Mentre per le Viole ho scelto una sonorità come sfondo per i Primi e Secondi Violini, tenue, con una sonorità tutta propria, Sul Tasto (Synchron-ized Dimension Strings III).

Vienna Synchron Player Libraries – DORICO – Divisi Mute – Con Sordino
Vienna Synchron Player Libraries – CUBSE PRO – Divisi Mute – Con Sordino – Synchron-ized Dimension Strings II
Vienna Synchron Player Libraries – Dimension Strings II – Mute – Con Sordino – 1st Violins

In conclusione ho scelto di utilizzare il bellissimo timbro del pianoforte BLÜTHNER, il quale si adattava perfettamente alle scelte da me fatte per questa breve composizione atonale, ma con intonazione a 432, in modo da sottolineare ancora una volta, la compresenza di diverse intonazioni, caratteristica portante dell’intero brano.

Vienna Synchron Pianos – BLÜTHNER Piano 432Hz

Tutte le librerie sono state caricate in Vienna Ensemble Pro 7, nel quale faccio i miei Mix e Mastering. Per me ormai è parte integrante del mio flusso di lavoro, come un’estensione di Cubase Pro. Mi permette in questo modo, di ottenere un flusso di lavoro molto più fluido e veloce, così da dedicare più tempo alla mia creatività.

Vienna Ensemble Pro 7 – Vienna Suite – Vienna Suite Pro

Cristiano Alberghini – Compositore e Docente  – Insegnante Certificato Steinberg

blog

ultime dal blog

Iscriviti alla newsletter

Cliccando su "Iscriviti" accetti la Privacy Policy (consultabile qui) e accetti di ricevere la newsletter di tutorial Video.IT.
Potrai cancellarti in qualsiasi momento tramite apposito il link presente sulla newsletter stessa.